A partire dal 01 marzo 2007 è proibito circolare in alcune zone protette (Umweltzonen) delle città tedesche, sprovvisti di placchetta ambientale.

Per potervi circolare liberamente è il livello di polveri sottiili emesse dall'auto sia entro i limiti tedeschi. Il bollino (Feinstaubplakette) certifica il livello di sostanze inquinanti prodotte, consentendo quindi il transito nelle "zone ambientali protette".

Ci si può rivolgere ad ogni ufficio del Kreisverwaltungsreferat (lo stesso servizio lo forniscono i vari centri di certificazione, TÜV, Dekra, GTÜ) e presentare la carta di circolazione. Il costo è di 5 euro, ma ci sono siti che lo vendono a prezzi maggiorati.

 

Sul sito della città di Monaco ulteriori informazioni in italiano.

 

 
 

 

Monaco ha una fitta ed efficientissima rete di trasporti pubblici, a cui è possibile affidarsi per gli spostamenti in città. Due servizi metropolitani, la U-Bahn e la S-Bahn, per un totale di 17 linee, oltre a numerosi tram e autobus, permettono di raggiungere ogni angolo della città, anche di notte.

Il costo del biglietto è molto alto, giustificato dall'efficienza dei mezzi e dal poco utilizzo che è necessario fare dell'auto.

L'abbonamento settimanale o mensile si chiama Isarcard, disponibile in diverse offerte. 

  • L'Isarcard 9 consente l'utilizzo di ogni mezzo pubblico monacense dopo le 9 del mattino (sabato, domenica, festivi è valido tutto il giorno), ma prevede l'acquisto di un biglietto a parte per gli spostamenti nella fascia oraria scoperta.
  • Ci sono poi due Isarcard, per la zona interna ed esterna della città. Il costo è molto alto, ma l'abbonamento è valido tutta la giornata.
  • Abo 60 è la proposta agevolata per chi ha più di 60 anni

 Esiste anche un abbonamento annuale, al costo di circa 10 abbonamenti mensili: viaggi per 12 mesi, paghi per 10! Qui, invece, il dettaglio dei costi dei biglietti.

 

Il simulatore delle tratte metropolitane (in inglese e tedesco) vi darà un'idea di costi e tempi di percorrenza.

 

Tramite la S1 e la S8 è possibile raggiungere l'aeroporto. Alcuni treni della S1, tuttavia, effettuano un doppio percorso: una parte dei vagoni arriva a Freising, l'altra all'aeroporto. Bisogna fare attenzione e restare nei vagoni finali del treno.

{edocs}/download/schnellbahnnetz.pdf,800,640,link{/edocs}

 

Ideale per muoversi in città e per godere dei numerosi parchi presenti in città, la bici è un acquisto obbligato per chiunque risieda stabilmente a Monaco.

Esistono principalmente due modalità di ricerca e acquisto:

  • Attraverso portali internet: Quoka.de, portale di annunci ed eBay Kleinanzeigen, l'equivalente tedesco di eBay annunci. Basta cercare herrenfahrrad, per gli uomini, damenfahrrad, per le donne e kinderfahrrad per i bambini. Si può aggiungere poi il raggio della ruota (di solito, 26-28 per gli uomini, 24 per le donne), magari seguito dalla parola "zoll". Nella casella ORT bisogna scrivere la città di riferimento per la ricerca, escludendo così offerte situate troppo lontane.

A differenza di eBay classico, infatti, la trattativa qui sarà svolta in via privata, tramite mail, e l'acquisto della bici avverrà quasi sempre col ritiro a mano. 

Segnaliamo altri due portali di annunci: Kalaydo e DeineAnzeigenwelt, utili sia per cercare oggetti usati sia per cercare lavoro.

 

  • Nei mercatini dell'usato: esistono tanti Flohmarkt in città. Si tengono principalmente durante il fine settimana e possono regalare piacevoli sorprese e buoni affari.

 

Se possibile, chiedere una ricevuta d'acquisto al venditore, in modo da poter dimostrare in futuro la cessione della bici.

 

Logo Tüv

Immatricolare un'auto con targa italiana in Germania è un'operazione abbastanza semplice e che permette di risparmiare sulla polizza assicurativa. Inoltre, è obbligatorio dopo 6 mesi di permanenza.

Come prima cosa, bisogna richiedere un preventivo ad una compagnia assicurativa che fornirà un codice identificato del contratto. Ovviamente, presentando l'attestato di rischio italiano c'è il vantaggio di non partire dall'ultima classe. Si deve poi sottoporre l'auto al controllo Tüv, un tagliando più accurato (nel 2013 abbiamo pagato circa 180€. Nel caso di doppia alimentazione si dovrà pagare un supplemento) con la validità di due anni.

Col codice e con il certificato Tüv è possibile richiedere una nuova immatricolazione presso gli uffici appositi chiamati Zulassungsstelle: quello relativo alla città di Monaco si trova in Eichstätter Straße 2.

 

 

 

Vi chiederanno anche l'Anmeldung, un documento di riconoscimento, il libretto di circolazione, il certificato di proprietà in originale, le targhe italiane.

 

In sede è anche possibile acquistare le nuove targhe, pagando circa 40€. Vi applicheranno i bollini e, una volta montate, sarete liberi di circolare.

Dopo qualche giorno riceverete, per posta, una comunicazione del Finanzamt con l'importo del bollo. Basta firmare il modulo e rispedirlo, per autorizzare l'addebito automatico sul conto corrente tedesco.

Per l'assicurazione, invece, discorso diverso: i pagamenti vengono richiesti tra dicembre e gennaio, uno relativo alla "quota" dell'anno trascorso e uno relativo al nuovo anno.

 

Attenzione alla cancellazione al PRA, meglio sincerarsi direttamente in Italia sull'avvenuta radiazione.

 

 

Raggiungere Monaco in aereo

107164296-625x350

L’aeroporto principale di Monaco di Baviera è il F. J. Strauss (MUC), a 28 km dal centro. L'efficiente sistema di trasporti permette di raggiungere la città con la S-Bahn S1 o la S8, oppure tramite numerose linee di autobus.

L'altro aeroporto, l'Allgäu Airport (FMM), è a Memmingen, città che dista circa 100 km da Monaco, ma questa è comunque facilmente raggiungibile tramite autobus o treno. 

Numerose sono le compagnie aeree che servono l'aeroporto principale: AirDolomiti, AirMaltaAlitalia, EasyJetLufthansaMeridiana.

Le compagnie low cost RyanAir e Wizz Air servono invece l'aeroporto di Memmingen.

Airberlin e Tuifly servono entrambi gli aeroporti.

Una soluzione veloce per cercare il volo più conveniente è tramite Skyscanner e Volagratis: inserita una data, i siti confronteranno tutti i costi, proponendo i risultati in un'unica pagina.

 

Arrivati all'aeroporto basterà seguire le indicazioni della S Bahn, una S bianca su sfondo verde, per raggiungere il servizio metropolitano. 

Le linee S1 e S8 si alternano ogni 10 minuti circa, entrambe hanno stazioni nel centro città, pertanto potrete prendere il primo treno disponibile.

 

Raggiungere Monaco in treno

city night line treno monaco

La stazione centrale di Monaco (Haupbahnhof) si trova al centro della città, collegata a tutte le reti della S-Bahn, alle linee U1, U2, U3, U4, U5, ai tram e ai bus.

Il sito di Trenitalia consente l'acquisto della sola tratta nazionale, nonostante in biglietteria sia possibile acquistare anche la tratta estera. Le ferrovie tedesche, Deutsche Bahn, offrono linee dirette e più economiche con partenze da Milano, Verona, Brescia, Bologna, Venezia, Trento, mentre da Bologna, Firenze e Roma è possibile viaggiare con la City Night Line, sistemazione notturna a scelta tra vagone letto, cuccetta e posto a sedere.

In alternativa, è possibile combinare biglietti sulla tratta italiana anche con Italo.

GoEuro segnala collegamenti ferroviari da e per Monaco di Baviera.

Raggiungere Monaco in auto

europa-bruecke-innsbruck-brennerautobahn--d

Ci sono due soluzioni per arrivare a Monaco dall'Italia:

  1. Tramite autostrada del Brennero: al ponte Europa del Brennero è necessario pagare il pedaggio (nel 2014 è di 8,50€). Da Innsbruck in poi è necessaria la vignetta austriaca. Sono disponibili maggiori informazioni sul sito dell'ACI.
  2. Attraverso il San Bernardino: Oltre alla vignetta austriaca è necessaria anche quella svizzera. Sono disponibili maggiori informazioni sul sito dell'ACI.

 

Raggiungere Monaco in autobus

autobus

Sempre più compagnie offrono prezzi vantaggiosi per le tratte dall'Italia verso Monaco di Baviera. Flixbus propone ottime offerte da Milano e dal Trentino Alto Adige, ma la rete dei collegamenti è ancora in forte sviluppo.

 

 

TOP